Nord Corea, Scilipoti Isgrò (FI): Nessuna dichiarazione guerra Usa, stop provocazioni

Roma, 26 set. – “Quanto affermato dal ministro degli esteri nordcoreano, Ri Yong Ho, che ha accusato il presidente americano, Donald Trump, di aver dichiarato guerra al regime asiatico, nel suo discorso alle Nazioni Unite, non corrisponde alla realtà. Il capo della Casa Bianca aveva fatto riferimento infatti alla possibile opzione militare solo in caso di ulteriori provocazioni da parte del leader Kim Jong Un. Condanniamo quindi con fermezza la conseguente minaccia della Corea del Nord di abbattere i jet del Pentagono che volano nello spazio aereo internazionale”. Lo dichiara in una nota l’esponente dell’assemblea parlamentare della Nato, Scilipoti Isgrò. Non dimentichiamo – aggiunge il senatore di Forza Italia – che il sorvolo degli spazi aerei internazionali è consentito da tutti i paesi del mondo e sono inaccettabili, pertanto, i moniti di Pyongyang. Sarebbe auspicabile, tuttavia, una maggiore prudenza nell’area al confine tra le due Coree a causa della tensione molto elevata. Non aiutano inoltre, ai fini di un’urgente e necessaria de – escalation, le nuove dichiarazioni del dipartimento alla Difesa Usa che ha ribadito, nelle ultime ore, che “gli Stati Uniti hanno un arsenale immenso da fornire al presidente Trump” se le provocazioni dovessero continuare. Auspichiamo che la gravissima crisi in corso – conclude Scilipoti Isgrò – non raggiunga il punto di non ritorno, trasformandosi in un conflitto mondiale atomico. E’ necessario pertanto evitare quell’’inutile strage’ richiamata da papa Benedetto XV nella lettera, ai Capi dei Popoli Belligeranti, del primo agosto 1917″.